↓ Archivi ↓

Serata pievotta first edition

Nella tana dei pievotti

Dopo aver rimandato più volte l’appuntamento con la trasferta pordenonese in casa Director-Irene La Medica finalmente si parte, anche se a ranghi ridotti.

Partenza Scananza-Buganza venerdì sera sotto abbondante pioggia sperando di trovare a pn altra pioggia, sì pioggia d’alcol (citazione). Il viaggio procede tranquillo con il buganza che occupa il posto del morto e fresco di tamponamento subìto, passa tutto il viaggio a occhi chiusi per la guida super aggressiva come sempre dello scananza (reduce dalla trionfale vittoria a Sanremo).

La cacca fa sempre ridere

Arrivo presso la Director magione dove il padrone di casa preso nella preparazione di una pizza fatta in casa si dimentica dell’ormai classica gag del “è aperto, gira il pomello”. Comunque visto che era da poco rientrato a casa e la temperatura era piuttosto bassa, usa metodi alternativi di riscaldamento. In altre parole il buganza e lo scananza, nel giro di dieci minuti si ritrovano più biondini. I vicini di casa viste le pareti piuttosto sottili ormai si rassegnano ad una serata stile contraerea seconda guerra mondiale…

Entrando nel cortile della magione il buganza nota subito un canestro attaccato con lo sputo ad una ringhiera, ma il director è così gentile che decide che si può giocare a basket direttamente in cucina con palloni di spugna che il buganza si appresta a gonfiare mentre il director inforna la pizza.

Sempre e solo basket in testa

Tra una birra e una scurreggia, una pizza e un tiro libero si decide di partire verso il rinomato centro cittadino della capitale della sede staccata pievotta. Il bar La posta li accoglie come ladri nella notte e si va di spritzetti. La serata continua nella travolgente movida pordenonese, roba da spingersi per entrare. E meno male che aveva fatto brutto tempo tutto il giorno altrimenti i tre furlani in trasferta non sarebbero riusciti neanche ad assaporare l’alcoolio pievotto.

Si decide di telare verso la magione, il director continua a descrivere agli amici quanto siano dotate cestisticamente le strade pordenonesi, l’assessore allo sport deve avere proprio un gran da fare a gestire tutti questi campi da basket. E si sa l’appetito vien mangiando, prima di un ultima birra al pub, un uno contro uno per far venir sete ci sta tutto.

Volevate discorso? Ed eccolo qua il discorso!

E via che si fa l’ultima biria, buona e leggerissima, appena 9 gradi e fischia per conciliare il sonno. Al ritorno il buganza e lo scananza occupano il letto faticosamente assemblato qualche ora prima con la bella merda di plastica a fare da spartiacque tra i due. Il buganza a veder merda si emoziona e così la notte passa tra concerti di fiati…

Risveglio di prima mattina, il treno per udine passa alle 10.17 e via che si arriva in stazione per l’una. Perso lo Scananza diretto nel padovano il director e il buganza si concedono un buon raboso. Concludesi così un pò in sordina questo primo assaggio di vita pordenonese, urge un bis magari con clima un pò più clemente e con la speranza di beccare finalmente il buon direttore Di Meo…

1 Commento

  • 27 luglio 201004:07
    Scritto da Ermes

    gran serata, ottimo questa lettera bianca su schermo scuro per postare, con luce spenta in casa e condizionatore al turbo si sta di lusso

    ci vediamo per pn blues
    Gianantonio Scarpinatto (nome di fantasia zona Sacile)

  • Lascia un Commento