↓ Archivi ↓

La giacca vento

Ciao Puma,
stamattina è passato il padre del buga davanti all’ancona che stavano aprendo baracca, e Girolamo gli ha detto

“Buongiorno don Adri, ieri sera abbiamo avuto il piacere di avere il baffetto qua a cena. Ma che bel giubbotto che aveva addosso”

e Girolamo si è messo a ridacchiare….

Adri gli fa: “Beh, si una giacca vento normale, ma non ricordo che gli piace tanto tanto al buganza”

Girolamo ride di gusto “MIIIIIIIII, don Adri, su figghio se la teneva stretta stretta quella giacca, altroché se gli piace… pure nel cesso se la portava dietro con se”

…poi sai Puma, in tarda mattinata sul vial Tricesimo si sono presentati i vigili con il buga…

Il buga ha provato a dire: “ciao papino questi gentili signor erano venuti per la residenza a verificare gli allacciamenti del gas e luce”

i vigili lo hanno interrotto: “Signor Adri, nel corso del controllo abbiamo notato che suo figlio era un pò nervoso e ha cercato di buttare dalla terrazza una giacca vento scura”

Adri guarda il figlio e gli fa: “ma figliolo, ma se Girolamo mi ha detto che ti piaceva tanto e ieri la tenevi stretta stretta”

i vigili: “ah, centra anche Girolamo dell’ancona in questa faccenda? seguite il mio collega immediatamente vi accompagnerà in via spalato”

Adri fa ai vigili: “figliolo, intanto per punizione oggi niente ancona per te ”

Il buga a suo padre: “papino, speriamo che sta cosa duri poco, che vorrei farmi due spaghetti a poppa all’ancona e sono sicuro che mi toglierai il castigo dopo!! ti voglio tanto bene”

il quel momento sfreccia una 206 di un ragazzo in ferie che era andato a vedere videogiochi in viale Tricesimo. il ragazzo vede l’amico buga, rallenta tira giù il finestrino suona il clacson e gli grida: ” buga, come ho detto ieri sera a Ermes alla Polse …..TU SES UN DROGACIAAT”

Nessun commento

Puoi essere il primo a commentare!

Lascia un Commento